Home RADIO RADICALE ONLINE

TV LOCALI

CLICCA MI PIACE PER VEDERE LA TV

RADIO RADICALE ONLINE

CLICCA RADIO LOGO E ASCOLTA I CANALI IN STREAMING GRATIS

Radio Radicale streaming diretta online gratis e free per tutti! Radio Radicale: ascolta la musica italiana e straniera, le Hits del momento e la classifica dei singoli dal sito ufficiale della tua radio preferita su internet live comodamente davanti al tuo Pc. Sintonizzati nel web sulle frequenze di FreeTvonline!

 

LOGO UFFICIALE RADIO RADICALE

RADIO RADICALE ON-AIR

Radio Radicale streaming diretta live

Radio Radicale è un'emittente radiofonica, legata alla Lista Marco Pannella, a copertura nazionale con sede a Roma, riconosciuta dal Governo italiano come impresa radiofonica che svolge attività di informazione di interesse generale. È stata la prima radio italiana ad occuparsi esclusivamente di politica.

La storia
Radio Radicale nacque tra la fine del 1975 e l'inizio del 1976 per iniziativa di un gruppo di militanti radicali in un appartamento di 60 mq situato in via di Villa Pamphili, nel quartiere Monteverde di Roma.

Come le radio libere che andavano nascendo in quegli anni a seguito della sentenza n. 202 della Corte Costituzionale che liberalizzava le trasmissioni radiotelevisive via etere, anche Radio Radicale fu caratterizzata dall'afflato libertario, dall'improvvisazione, dall'utilizzo di attrezzature di fortuna e dalla ricerca di bassi costi di produzione, ma fin dall'inizio si distinse dalle altre emittenti per la sua particolare filosofia editoriale. Radio Radicale rifiutò infatti il termine “controinformazione” assai di moda in quegli anni, per dimostrare come concretamente potesse essere realizzato un servizio pubblico di informazione, alternativo a quello sostanzialmente monopolista svolto dalla RAI. Nell'intenzione dell'editore la scelta della denominazione “Radicale” che la radio assunse era da riferirsi non tanto alla funzione di organo di quel partito, quanto piuttosto ad una linea di politica editoriale che come tutti oggi riconoscono, è sempre stata in grado di garantire imparzialità, professionalità e innovazione, divenendo un modello di servizio pubblico radiofonico.

Accanto all'informazione sulle iniziative radicali, dunque, Radio Radicale diede vita ad una programmazione incentrata sulla pubblicizzazione dei momenti centrali della vita istituzionale e politica italiana, fino ad allora alla portata di una ristrettissima élite: fin dall'inizio, le dirette dal Parlamento, dai congressi dei partiti e dai tribunali avrebbero costituito il segno distintivo dell'emittente, rendendola di fatto una struttura privata efficacemente impegnata nello svolgimento di un servizio pubblico.

Radio Radicale introdusse in Italia un modello di informazione politica totalmente innovativo, garantendo l'integralità degli eventi istituzionali e politici trasmessi: nessun taglio, nessuna mediazione giornalistica e nessuna selezione, al fine di permettere agli ascoltatori di “Conoscere per deliberare”, come ancora oggi scandisce la frase di Luigi Einaudi sul sito internet dell'emittente, www.radioradicale.it.

Radio Radicale
ha introdotto importanti innovazioni nel panorama informativo italiano: la rassegna stampa dei giornali, i “filidiretti” con gli ospiti politici, i programmi di interviste per strada e le trasmissioni per le comunità immigrate in Italia. Nell'estate del 1986 e nel 1993, inoltre, quando la Radio rischiò la chiusura definitiva per mancanza di finanziamenti, i suoi centralini registrarono le migliaia di telefonate che, mandate in onda senza filtri, diedero origine all'irripetibile caso di “Radio Parolaccia”, che mostrò un volto dell'Italia che fino a quel momento era rimasto sconosciuto a tutti i mezzi di informazione.

Per prima, infine, Radio Radicale ha dato vita ad un sito internet di informazione basato esclusivamente su contenuti audiovisivi, ampliando non solo la fruibilità delle trasmissioni fino a quel momento solo radiofoniche, ma aprendo a tutti gli utenti della rete il più grande archivio della democrazia italiana, che ad oggi conta più di 250.000 registrazioni audiovideo, tra cui oltre 19.000 sedute dal parlamento, 6.700 processi giudiziari, 19.300 interviste e 4.400 convegni. Secondi i dati Audio Radio, Radio Radicale ha di media più di 550.000 ascoltatori al giorno.

«Il successo di Radio Radicale - ha affermato in più occasioni Marco Pannella - è che è radio di partito, di un partito laico e libertario, di una laicità ed un laicismo vissuti in accordo con la democrazia, mentre in Italia tutta la comunicazione è al di fuori della regola democratica».

Sembra paradossale che lo Stato debba finanziare l'emittente di proprietà del leader di un partito politico per assicurare un servizio pubblico altrimenti non svolto da nessuno, e da sempre fonte di riconoscimenti unanimi per la sua qualità. Eppure tra le tante anomalie del sistema mediatico italiano, questa può rappresentare forse una felice peculiarità. Bisogna andare negli Stati Uniti per trovare, nell'emittente via cavo C-SPAN, qualcosa di simile a quello che Radio Radicale per oltre trent'anni ha assicurato ai cittadini italiani.

Nel dicembre 2008 Radio Radicale ha ricevuto da Italia Oggi il premio come "miglior emittente radiofonica specializzata".

La programmazione

Radio Radicale durante le pause tra un programma e l'altro trasmette dal 1983 brani di messe da requiem, come segno di lutto, e di protesta, di fronte alle quotidiane morti per fame. Dall'inizio delle trasmissioni lo slogan della radio è “Radio Radicale. Dentro, ma fuori dal Palazzo”.

Le principali trasmissioni:

* Conversazione settimanale con Marco Pannella. Il direttore di Radio Radicale, Paolo Martini, intervista Marco Pannella sui temi dell'attualità politica e le iniziative radicali. (La Domenica dalle 22,00 alle 24,00, replica il Lunedì dalle 11:00).
* Stampa e Regime. La rassegna della stampa quotidiana, condotto da Massimo Bordin, Marco Taradash il sabato e solitamente Marco Cappato la domenica.
* Radio Carcere. Programma di informazione su Giustizia penale e detenzione a cura di Riccardo Arena. In onda ogni martedì alle ore 21. sito: www.radiocarcere.com
* L'archivio di Radio Radicale Ogni notte dalla mezzanotte e mezzo. L'attualità politica letta attraverso materiali audio tratti dall'archivio di Radio Radicale.
* Supplemento economico di Stampa e Regime. La rassegna della stampa finanziaria quotidiana.
* Filodiretto del lunedì. Appuntamento della settimana per un filodiretto senza filtri con un leader politico. La rubrica è stata chiusa.
* Blogroll (A cura di Federico Punzi e Roberta Jannuzzi). Rassegna dei blog che analizzano e commentano i fatti della settimana. La rubrica è stata chiusa.
* Controluce, la rubrica di Luigi De Marchi. La rubrica è stata chiusa.
* Notiziario antiproibizionista, rubrica dedicata alle politiche sulle droghe e le dipendenze.
* Speciale Giustizia. Il programma è dedicato al mondo della giustizia. Il lunedì è dedicato all'attività del Consiglio Superiore della Magistratura e agli eventi delle associazioni dei magistrati.
* Catallassi. L'approfondimento settimanale sul mondo dell'economia. La rubrica è stata chiusa.
* Media dossier. Programma dedicato alla situazione dei media in Italia.
* Rond Point Schumann. Trasmissione realizzata con il contributo della commissione europea a cura di David Carretta. La rubrica ha terminato il suo ciclo.
* Il Maratoneta (A cura dell'Associazione Luca Coscioni). Programma per l'informazione sulla ricerca scientifica.
* Passaggio a sudest di Roberto Spagnoli. Programma settimanale dedicato alla situazione politica dell'Europa sud orientale.
* Visto dall'America. Programma settimanale dedicato alla politica internazionale vista dagli Stati Uniti a cura di Lorenzo Rendi.
* Sudamericana. La rassegna settimanale della stampa dell'America Latina di Donatella Poretti (Chiusa).
* La rassegna stampa estera. La rassegna settimanale della stampa estera.
* La rassegna delle prime pagine dei quotidiani internazionali. La rassegna quotidiana della stampa estera di David Carretta.
* Notiziario del mattino. Le notizie del giorno e le interviste di Radio Radicale. A cura della redazione.
* La nota di politica interna di Iuri Maria Prado. La rubrica è stata chiusa.
* Il lessico dell'economia.
* Generazione elle. Programma di Radio Radicale realizzata in collaborazione con il webmagazine "Generazione Elle". In onda il venerdi ogni quindici giorni (Chiusa).
* Staminali e dintorni.
* Buddhismo in occidente.
* Speciale Global. Programma settimanale dedicato alla geopolitica a cura di Claudio Landi.
* Media e dintorni. Programma dedicato agli avvenimenti che avvengono nel mondo dei media.
* Filodiretto del lunedì notte. Spazio dedicato agli ascoltatori sulle iniziative ed sulle tematiche di Radicali Italiani. Curato da Andrea de Angelis e Michele De Lucia. La rubrica è stata spostata da 00.30 alle 23.00.
* Notiziario Aids.

Redazione e organigramma
L'attuale direttore di Radio Radicale è Paolo Martini. La redazione è composta da:

* Alessandro Caforio, che cura la programmazione notturna;
* Ada Pagliarulo, vicecaporedattore, esperta in politica estera, segue le vicende della Russia.
* Emilio Targia, vicecaporedattore, cura alcune rubriche per la Radio (vedi alle rubriche).
* Aurelio Aversa, che si occupa della programmazione dell'archivio storico della radio;
* Lorena D'Urso, caposervizio, inviata al Consiglio superiore della magistratura;
* Roberto Spagnoli segue le vicende politiche dell'Europa sud orientale e cura il Notiziario Antiproibizionista;
* Dino Marafioti voce dei filidiretti e curatore del notiziario mattutino;
* Andrea Billau, giornalista esperto di Medio Oriente e di tematiche sociali;
* Lorenzo Rendi, specializzato in politica internazionale;
* Alessio Falconio, caposervizio, corrispondente dalla Camera dei deputati;
* Claudio Landi, caposervizio, corrispondente dal Senato della Repubblica;
* David Carretta, caposervizio, corrispondente dal Parlamento Europeo;
* Giovanna Reanda, conduttrice del notiziario del mattino, inviata alla Camera;
* Claudio Mori, curatore della messa in rete delle sedute del CSM (in pensione);
* Enrico Rufi, caposervizio, curatore di una rubrica sull'attualità culturale francese e della rassegna stampa della mezzanotte;
* Lanfranco Palazzolo, esperto in novità editoriali, inviato alla Camera e Senato;
* Andrea de Angelis, curatore dei filidiretti ed esperto di antiproibizionismo, Internet e nuove tecnologie.
* Sergio Scandura, caposervizio e inviato, corrispondente dalla Sicilia; cura lo speciale giustizia e segue gli eventi nel resto d'Italia di politica e giudiziaria.

L'emittente si è avvalsa inoltre della collaborazione del Prof. Luigi De Marchi, noto psicologo, psicoterapeuta e studioso reichiano. La collaborazione del docente alla Radio si è conclusa nel 2007.

Nel corso degli anni hanno tenuto rubriche a cadenza regolare anche Fiorella Kostoris Padoa Schioppa, Maria Giovanna Maglie, Cinzia Caporale e Iuri Maria Prado.

 
Copyright © 2017 FREE TV ONLINE - STREAMING TV ITALIANE. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
 

TRASMISSIONI TV